Riserva regionale Abetina di Rosello

La Riserva naturale guidata Abetina di Rosello è una area naturale protetta dell'Abruzzo, istituita nel 1997 (LR 109 23/09/1997).
L'oasi gestita dal WWF è sita nei pressi del centro omonimo in provincia di Chieti.
La riserva si estende in uno spazio poco antropizzato dove scorre il Turcano. Ha una superficie di 211 ha, grazie all'ampliamento del 1997 nel territorio molisano dei primi 170 ha abruzzesi risalenti all'istituzione del 1992. L'altitudine media è di circa 1000 m ed è suddiviso, da un punto di vista amministrativo, tra i comuni di Rosello (provincia di Chieti in Abruzzo) e di Agnone (provincia di Isernia in Molise). Si trova pertanto suddiviso tra due regioni, ma prende il nome dal comune teatino perché fu il primo promotore fornendo il patrocinio alla riserva che originariamente si sviluppava solo entro i suoi confini.

Nelle vicinanze, sono interessanti da vedere le cascate del torrente Verde, nei pressi del comune di Borrello (CH).

Flora 

La vegetazione della riserva è stata la causa principale della sua istituzione. Diversi lembi di abetine spontanee si sviluppano nell'appennino abruzzese e molisano, alcune delle quali molto importanti per la conservazione di una certa diversità floristica e di associazioni vegetali oggi altrove per lo più scomparse o fortemente degradate (cfr. la riserva della biosfera di Colle Meluccio). Gli abeti dell'Italia centrale vengono distinti dal tipo alpino per l'adattamento ad estati più calde che hanno sviluppato, incrementandone il valore protezionistico: Abies alba subsp. appennina Giacobbe, tipica della riserva, a differenza delle specie alpine è una pianta eliofila (germina e cresce preferibilmente ad una buona esposizione al sole) e con aghi all'apice arrotondati, differenze che hanno portato alla classificazione della sottospecie endemica. Nel bosco agli abeti si alternano le specie tipiche della faggeta appenninca: pioppi, roverelle e cerri, tigli, oltre ad una abbondante presenza di faggi (Fagus sylvatica). Sporadici gli agrifogli e i tassi. Recentemente è stata segnalata la presenza nel sottobosco della rara Epipactis purpurata.

Fauna

Ittiofauna: trote, barbi, cavedani.
Mammiferi: martora, lupi marsicani, gatti selvatici.
Avifauna: poiane, gheppi, sparvieri, allocchi, barbagianni, martin pescatore e colombacci.
Anfibi: diverse specie di rane, Ululone dal ventre giallo, Salamandrina dagli occhiali.

INDIRIZZO
Via S. Liberata, Rosello
TARIFFE
L’ingresso al sito è gratuito. Prenotando con
almeno con 24 ore di anticipo, è possibile
effettuare visite guidate per gruppi
composti da minimo 4 paganti:
> Tariffa intera € 4,00
> Tariffa ridotta e Sangro Aventino Card € 2,00
INFO E PRENOTAZIONI
0872/948444 – 349/2948341
ORARI
La riserva dalle 10.00 alle 13.00 tutte le mattine e dalle 16.00 alle 19.00 il sabato e la domenica.