Skip to content

Le terre di Baronessa vacanze al mare e in montagna Abruzzo - Italia

Casa Vacanze i Giardini di Lilia

 I Giardini di Lilia ti offre la possibilità di trascorrere una vacanza indimenticabile tra le verdi montagne del Parco della Majella.

Visita il sito e sfoglia la nostra gallery

Casa le vipere

 Tutto quello che vi serve per trascorrere una vacanza all'insegna del relax e della quiete.

Visita il sito

Residenza La Bignonia

 Una residenza elegantemente arredata e decorata dalla proprietaria in persona. Un luogo ideale per le tue vacanze estive ed invernali.

Visita il sito

Homepage arrow Musei
Musei
Museo Naturalistico - Archeologico "M. Locati" - Lama dei Peligni PDF Stampa E-mail
II Museo Naturalistico - Archeologico è situato all'ingresso del paese, ospitato in una moderna struttura realizzata recentemente che ingloba la Chiesa di Santa Maria dell'Arco del XV sec.oggi sconsacrata, utilizzata come sala congressi e proiezioni. Nell'area intorno al museo è allestito il Giardino Botanico "M. Tenore", dove sono messe a dimora oltre 500 specie di piante della Maiella, con una riproduzione degli ambienti vegetazionali caratteristici delle diverse quote montane.
Leggi tutto...
 
Centro Visita Museo Naturalistico del Parco Nazionale della Majella - Fara San Martino PDF Stampa E-mail
Il Museo consente al visitatore di immaginare di percorrere un sentiero che, per caratteristiche climatiche, altitudinali, geologiche, floristiche e vegetali, può fargli scoprire il Massiccio della Majella nei suoi angoli più suggestivi e ricchi di biodiversità.
Leggi tutto...
 
Museo Diocesano - Lanciano PDF Stampa E-mail
Tra i più importanti musei regionali d’arte sacra, ha sede nelle sale dell’imponente seicentesco palazzo del Seminario, dove trovano spazio notevoli testimonianze di storia della chiesa frentana dal XIII al XX secc. provenienti dalla Cattedrale, dal Palazzo Arcivescovile e da altre chiese: dipinti, sculture, oreficerie, paramenti sacri, ex voto, arredi lignei, ricami, manoscritti, legature preziose. Assai significative le oreficerie, con capolavori quali la croce astile di Nicola da Guardiagrele e bottega, il pastorale di scuola sulmonese e la brocca per pontificale (datata 1603), mentre tra i tessuti gli splendidi paramenti liturgici ed il parato ricamato e dipinto a tempera appartenuti all’Arcivescovo Francesco Maria de Luca.
Leggi tutto...
 
Museo dell’orso marsicano del Parco Nazionale della Majella PDF Stampa E-mail
Il MOM – Museo dell’Orso Marsicano – ospitato in un’ala dell’ex convento di S. Antonio nel Comune di Palena, è costituito da 5 sezioni allestite con pannelli, diorami e una suggestiva ricostruzione della foresta di notte. Le sale espositive descrivono le caratteristiche biologiche e le abitudini di vita del placido plantigrado, senza trascurare la mitologia e la storia, per concludersi con le problematiche relative al rischio di estinzione e ai progetti per la tutela e salvaguardia dell’orso. Punto di forza del museo è il carattere divulgativo didattico che prevale sull’aspetto scientifico; infatti, una parte interattiva permette lo stimolo della curiosità per ragazzi ed adulti.
Leggi tutto...
 
Museo del Gesso di Gessopalena PDF Stampa E-mail
Leggi tutto...Il gesso, oltre a costituire una grande valenza di carattere geologico e speleologico, presenta un eccezionale valore culturale per molti centri della vallata dell’Aventino. A Gessopalena si manifesta nei suoi aspetti più complessi e spettacolari, in quanto l’utilizzo di questa pietra nell’edilizia ha dato vita ad un vero e proprio borgo. Addossate le une sulle altre, le case seguono il profilo del masso roccioso, scavato e modellato anche per realizzare scale, nicchie e camini.
Leggi tutto...
 
Museo Geopaleontologico Alto Aventino - Palena PDF Stampa E-mail
Attraverso una visita al museo geopaleontologico è possibile compiere un viaggio indietro nel tempo di milioni di anni, scoprire le memorie di “Gaia”, la nostra Terra, conoscere la storia geologica del territorio, le antiche forme di vita ed i loro ambienti. Il percorso museale si articola in tre sezioni: “la sala della Conoscenza”, “la sala Aventino” e “le sale Palena”. Nella prima si ripercorre l’evoluzione della vita attraverso i fossili delle diverse ere geologiche; nella seconda è possibile osservare rocce e fossili del territorio, organismi tipici di ambiente di scogliera (coralli, rudiste, gasteropodi) o di mare profondo (pesci); nelle sale Palena si giunge, infine, al nucleo principale del museo, dove sono esposti reperti fossili di 7 milioni di anni fa: foglie, frutti, pesci, crostacei, echinidi ed un eccezionale reperto, un piccolo mammifero lagomorfo, oggi estinto, il “Prolago”.
Leggi tutto...
 
Casa Museo - Palazzo Mayer - Fossacesia PDF Stampa E-mail
Palazzo Mayer è parte di un vasto complesso nica un complesso di “casini di campagna” realizzato dalla famiglia di origine austriaca stabilitasi a Fossacesia già nel XVIII secolo.
L’aspetto attuale è simile all’originario per la facciata e per gli interni, completi di arredi e suppellettili. Edificato nel 1835 da don Michelangelo Mayer, venne ampliato nel 1852 sul lato prospiciente via Polidori.
Leggi tutto...
 
Sito archeologico Juvanum - Montenerodomo PDF Stampa E-mail
Leggi tutto...Juvanum è un sito archeologico di epoca romana. Si trova nelle campagne di Montenerodomo, in provincia di Chieti. Vi si trovano un foro, un tempio e una basilica, resti di un insediamento romano successivo alla guerra sociale e probabilmente abitato inizialmente da giovani (da cui il nome). Il sito è aperto al pubblico e gestito dal comune di Montenerodomo.
Leggi tutto...
 
Museo Etnografico di Bomba PDF Stampa E-mail
Il Museo Etnografico di Bomba (Chieti) è nato dalla necessità di ripensare la nostra storia locale e di avvicinare consapevolmente i giovani al passato, alle tradizioni, alle nostre radici culturali attraverso gli strumenti di lavoro e della vita quotidiana. L'intento è quello di far riscoprire ai giovani le proprie radici e la propria identità culturale e di far conoscere i valori del proprio mondo, della propria cultura attraverso un confronto diacronico con il passato e sincronico con il presente. Il Museo è nato nel 1990 e raccoglie gli strumenti che l'uomo ha utilizzato da millenni per produrre tutto ciò che era necessario a soddisfare i propri bisogni e migliorare le condizioni sociali della sua famiglia. In questo museo gli oggetti sono stati distribuiti in sei stanze riproducenti i diversi ambienti di una casa contadina.
Leggi tutto...
 
Museo Civico Memorie della Vita Contadina - Borrello PDF Stampa E-mail

Il museo è stato fondato nel 1997.
Il museo intende conservare tutti quegli attrezzi agricoli che oramai sono caduti in disuso tra cui:
ceste;  forche;  falci;  mortai;  bastoni per scavi.
La sezione viene chiamata "Rivoluzione Neolitica" suddivisa in quattro parti:

  • Lavorazione della terra e coltivazione degli orti;
  • La raccolta delle messi e carico del raccolto sulle bestie da soma;
  • Il trasporto del raccolto da parte degli uomini e delle bestie da soma;
  • La produzione del vino.
Leggi tutto...
 
Museo storico della campana “GIOVANNI PAOLO II” PDF Stampa E-mail
Il Museo Marinelli, sorto nel 1997 per volontà del dott. Pasquale Marinelli, dedicato al fratello Ettore, è uno dei pochissimi musei privati nel mondo a raccogliere una vasta collezione di campane dall'anno mille ai nostri giorni.
La sua unicità è dovuta alla compresenza dell'attigua omonima Pontificia Fonderia in cui è tutt'ora praticata l'arte campanaria dallo scultore Armando Marinelli e dal fratello Pasquale jr.
Il Museo della millenaria Pontificia Fonderia Marinelli conserva documentazioni sull'antica arte della fusione del bronzo, un singolare patrimonio artistico, storico e culturale: campane antiche e recenti, bozzetti e riproduzioni testimonianze di eventi importanti come la campana del Centenario dell'Unità d'Italia, del Concilio Vaticano II, la Kennedy Bell, la campana del Cardinale Spellman, dell'Anno Santo 1975, di Papa Luciani, della Perestrojka, della Regina Elena di Savoia, delle Celebrazioni Colombiane del '92, la campana dell'amicizia con la Cina, quelle degli incontri con Giovanni Paolo II, in particolare la campana della Pace da lui benedetta nella visita del 1995 alla fonderia, ed il prototipo della grande campana del Giubileo 2000; unico al mondo il bassorilievo con l'autografo di Papa Wojtyla inciso sull'argilla.
Leggi tutto...
 
Museo dei cuochi Villa Santa Maria PDF Stampa E-mail
Il museo dei cuochi è sito in Via Roma a Villa Santa Maria, proprio nello storico palazzo dei Caracciolo, dove la leggenda vuole sia nata la prima "scuola di cucina" nel XVI secolo dando origine alla gloriosa storia dei cuochi di Villa Santa Maria e del Sangro ed è di proprietà della scuola professionale di avviamento alberghiero sito nella stessa via un po' più a valle.
Leggi tutto...
 

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Facebook

 

loro regione abruzzo

Patto territoriale sangro aventino

Provincia di Chieti

Parco della Majella logo