Skip to content

Le terre di Baronessa vacanze al mare e in montagna Abruzzo - Italia

Casa Vacanze i Giardini di Lilia

 I Giardini di Lilia ti offre la possibilità di trascorrere una vacanza indimenticabile tra le verdi montagne del Parco della Majella.

Visita il sito e sfoglia la nostra gallery

Casa le vipere

 Tutto quello che vi serve per trascorrere una vacanza all'insegna del relax e della quiete.

Visita il sito

Residenza La Bignonia

 Una residenza elegantemente arredata e decorata dalla proprietaria in persona. Un luogo ideale per le tue vacanze estive ed invernali.

Visita il sito

Homepage arrow Itinerari
Itinerari
Lanciano Vecchia PDF Stampa E-mail
L’itinerario ripercorre le vicende dello sviluppo della città dal medioevo all’età moderna, soffermandosi sia sugli avvenimenti storici che sugli aspetti artistici. L’architettura civile, dalla casa al palazzo, e quella religiosa: la chiesa e il monastero. Le strutture di difesa della città: mura, torri e porte. Partcolare rilievo sarà dato alle connessioni storico – antropologiche tra la venerazione dei Santi e gli usi e i costumi di vita nel corso dei secoli, al rapporto tra le arti ed i mestieri o corporazioni e alla vita quotidiana nel medioevo: contadini, mercanti e nobiltà.
Leggi tutto...
 
La media valle del Sangro PDF Stampa E-mail
Descrizione: l'itinerario inizia da Gamberale, raggiunge Pizzoferrato (9 km), Quadri (12 km) sulla SS 558, quindi per strade interne tocca Borrello, Rossello, Rolo del Sangro, Monteferrante e Colledimezzo; da quest'ultima località seguendo ancora la SS 558, lungo la sponda destra del lago del Sangro, per visitare Pietraferrazzana (10 km), Villa Santa Maria (6 km), Fallo (5 km) e infine Montenerodomo, a 1192 m di altitudine (18 km), dove si conclude l'itinerario, con una breve appendice agli scavi dell'antica luvanum. Gamberale è un noto centro della media Val di Sangro, posto in alto, alla sinistra del fiume, tra i monti Secine e San Domenico. Documentata a partire dal Trecento con i vari nomi (Gamario, Gamararo, ecc.), ma di fondazione più antica, Gamberale, a 1943 m slm, è luogo di sport invernali e di escursioni in montagna. Il territorio verso Pizzoferrato è ricci di eremi. Pizzoferrato è località di soggiorno estivo e sport invernali (1251 m slm).
Leggi tutto...
 
La Frentana e la Majella PDF Stampa E-mail
Descrizione: da Fossacesia Marina si percorre la SS 524 fino a Lanciano (14 km) e poi la SS 363 fino a Gurdiagrele (22 km), quindi si devia per Pennapiedimonte (9 km) e per Fara San Martino (19 km). Da qui in 13 km si raggiunge l'impianto per la grotta del Cavallona. Si prosegue poi per Palena (5 km) e, dopo il valico della Forchetta (10 km), si raggiungono Rivisondoli (8 km), Roccaraso (3 km) e Pescocostanzo (6 km). dopo aver visitato l'eremo di S. Antonio (7 km) si giunge a Campo di Giove (19 km). L'itinerario muove da Fossacesia Marina, sulla verdeggiante costa teatina, qui tutta un'alternanza di spiagette, ora ghiaiose, ora sabbiose, con falesie a picco sul mare, dove gli antichi trabocchi dei pescatori fanno lievitare i ricordi delle vicende passate. Ricordi che ora si vestono dello splendore e della suggestione immaginifica di Gabriele D'Annunzio, ed ora si materializzano nell'edificato solenne della grande abbazia di San Giovanni in Venere, che si eleva, con strutture architettoniche più volte rinnovate in tutto il Medioevo, da un sito tra i più panoramici della costa abruzzese.
Leggi tutto...
 
Itinerario dei Frentani - la Costa dei Trabocchi e la Val di Sangro PDF Stampa E-mail
Leggi tutto...Si parte da Ortona con un itinerario che si sviluppa in una vasta area costiera e collinare scendendo fino a Casalbordino per risalire in parte la valle del Sangro, fino a Lanciano.
La costa, a tratti selvaggia ed incontaminata, come nell’area dei Ripari di Giobbe di Ortona conosciuta per la pesca subacquea, si allarga a volte, improvvisamente, in ampie spiagge di finissima sabbia, come nel Lido Riccio di Ortona, dove sono insediate strutture ricettive di qualità, situate direttamente sul mare e vari stabilimenti balneari.
Leggi tutto...
 
Strada del vino: tratturo del re PDF Stampa E-mail

Leggi tutto...Da S. Vito Chietino verso Frisa e Lanciano poi si può scendere verso sud per incrociare la Fondo Valle Sangro all'altezza di Piazzano di Atessa. Verso sud arrivando a Fossacesia e da qui fino a Piazzano di Atessa lungo la Vai di Sangro. Poi si prosegue verso ovest per Bomba.
Da Fossacesia lungo il litorale sud fino a Casalbordino, poi si sale fino a Scerni verso l'interno sulla SS.364;da Casalbordino a Vasto. Questo itinerario prende il nome dal!e vie armentizie che   segnavano questa zona, vere e proprie autostrade dell’ antichità,che consentivano alle greggi di giungere in pianura ove passava "il Tratturo speciale del Re".

Leggi tutto...
 
Riserva Naturale Punta Aderci PDF Stampa E-mail

Sentiero Natura "Mare maje"

Leggi tutto...Il sentiero parte dal punto informazioni di Punta Penna, prosegue costeggiando la battigia fino ad arrivare alla spiaggetta Libertini. Un sentiero a gradini si ricollega alla strada sterrata che costeggia il promontorio di Punta Aderci e conduce alla spiaggia di Mottagrossa. Si prosegue lungo la spiaggia di sassi fino alle barriere frangiflutti. Da qui si risale all'ex tracciato ferroviario attraverso il sentiero indicato fra la macchia mediterranea fino a raggiungere il fiume Sinello che coincide con l'ingresso ovest della riserva. Per ilritorno si può percorrere anche il sentiero sopra la sovrastante pinetina. Due le deviazioni possibili: la prima sul punto panoramico dell'area archeologica, la seconda sul promontorio di Punta Aderci.
Lunghezza del percorso andata e ritorno circa 14 Km. Tempo di percorrenza 5 ore senza soste.

Leggi tutto...
 
Le Cascate PDF Stampa E-mail
Il sentiero è contrassegnato dalla sigla G5 e lungo il percorso sono tracciati con dei numeri in verde i punti di sosta e di osservazione.
Si parte dal piccolo ponte in legno che attraversa il torrente Scerto : qui si trova un grande cartello in legno in cui sono indicate tutte le regole che il visitatore è tenuto a rispettare in una zona di riserva integrale. Attraverso la fitta faggeta si giunge alla prima cascata che scorre dalle rocce dolomitiche della Camosciara, denominata “Cascata delle Ninfe”. Il percorso termina al lato dello Scerto e difronte al visitatore si apre lo spettacolo del “Balzo della Chiesa”, una cascata circondata da formazioni di Pino Mugo, relitto dell'era glaciale, proprio delle altitudini più elevate; ha un aspetto cespuglioso con rami esili e quasi aderenti al terreno.
Leggi tutto...
 
Piazzale della Camosciara - Rifugio Belvedere della Liscia PDF Stampa E-mail
Il sentiero è contrassegnato dalla sigla G6.
Si comincia a costeggiare un tratto del torrente Scelto, per inoltrarsi poi in una valle scavata tra ripide pareti rocciose. Numerosi sono gli scorci panoramici che si aprono al visitatore (la vetta del monte Sterpi D'Alto e la parete del Balzo della Chiesa ) e la varietà della vegetazione da cui spiccano il pino nero, l'acero ed il maggiociondolo. Nei punti più ripidi e meno soleggiati del percorso si possono osservare fioriture di genziana, primula e della “Scarpetta di Venere”, un raro tipo di orchidea presente in poche zone del Parco. Al termine del sentiero si giunge al rifugio Belvedere della Liscia, dove si può fare una piccola sosta. In questo punto termina il percorso: non è possibile infatti proseguire ed oltrepassare il sentiero, poichè nelle zone di riserva integrale presenti all'interno del territorio del Parco l'accesso è consentito soltanto a piedi e solo lungo i sentieri tracciati, per motivi di tutela e salvaguardia dell'ambiente.
Leggi tutto...
 

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Facebook

 

loro regione abruzzo

Patto territoriale sangro aventino

Provincia di Chieti

Parco della Majella logo