Skip to content

Le terre di Baronessa vacanze al mare e in montagna Abruzzo - Italia

Casa Vacanze i Giardini di Lilia

 I Giardini di Lilia ti offre la possibilità di trascorrere una vacanza indimenticabile tra le verdi montagne del Parco della Majella.

Visita il sito e sfoglia la nostra gallery

Casa le vipere

 Tutto quello che vi serve per trascorrere una vacanza all'insegna del relax e della quiete.

Visita il sito

Residenza La Bignonia

 Una residenza elegantemente arredata e decorata dalla proprietaria in persona. Un luogo ideale per le tue vacanze estive ed invernali.

Visita il sito

Homepage arrow Parchi - Riserve
Parchi - Riserve
Parco Nazionale della Majella PDF Stampa E-mail

Il Parco in tutte le stagioni dell'anno offre al visitatore uno scenario mutevole e di straordinaria bellezza.
La primavera inoltrata è la stagione delle fioriture e, insieme all'autunno, il momento migliore per visitare paesi ed eremi. L'estate è la stagione più consigliata per percorrere i sentieri. Ottobre incanta con i mille colori delle faggete e conduce verso l'inverno che, con il suo manto bianco, rende il paesaggio particolarmente suggestivo.
La diversità degli ambienti, la ricchezza della natura, le testimonianze lasciate dalla presenza dell'uomo fanno della Majella il luogo ideale per l'attività escursionistica che consente, tra l'altro, al visitatore di scoprirla nei suoi aspetti più nascosti.
Il suo nome deriverebbe da Maja, dea pagana. Sono stati rinvenuti reperti archeologici fin dal paleolitico. Inoltre la Majella ospita grotte, templi di origine antichissima (come l'Ercole Curino), eremi in cui si sono rifugiati i primi anacoreti, nonché Papa Celestino V. Tutte queste circostanze hanno dato un'aura di sacralità all'intero massiccio, caratterizzato da aspri valloni, altopiani, sorgenti d'acqua. In epoca ottocentesca, sotto il Regno di Napoli, questi luoghi sono stati rifugio dei briganti.

Leggi tutto...
 
Parco Nazionale d'Abruzzo PDF Stampa E-mail
Leggi tutto...Le tracce dell'orso nel bosco, le impronte del lupo sulla neve, le sagome dei camosci tra le rocce. E poi le fioriture della primavera e dell'estate, i paesaggi carsici, le faggete.
Nato nel 1922, il Parco Nazionale d'Abruzzo attira oggi un milione di visitatori ogni anno. Oltre che nella fauna e nella flora, il suo fascino sta nell'aspra orografia delle montagne,nei suggestivi borghi medievali, nelle necropoli e nei tratturi.
Leggi tutto...
 
Riserva di Punta Aderci PDF Stampa E-mail
Leggi tutto...La Riserva di Punta Aderci è stata istituita con L.R. N. 9 del 20.02.1998. L’area protetta è la prima Riserva istituita in Abruzzo nella fascia costiera e nasce dall’esigenza di conciliare l’aspetto naturalistico dell’ area con quello turistico, relativo alla fruibilità delle spiagge. La Riserva ha una estensione di circa 285 ettari (che arrivano a 400 con l'Area di protezione esterna) e va dalla spiaggia di Punta Penna, attigua al Porto di Vasto (Punta della Lotta), alla foce fiume Sinello (confine con il comune di Casalbordino). Nell’anno 2000, il Comune di Vasto ha adottato il Piano di Assetto Naturalistico (PAN) della Riserva Naturale Regionale Guidata di Punta Aderci, elaborato dalla Cooperativa COGECSTRE di Penne, approvato in via definitiva dal Consiglio Regionale il 25.09.2007. Nella Riserva, la zona pianeggiante appare maggiormente antropizzata, il paesaggio agricolo è di tipo tradizionale, con ampi vigneti, oliveti e appezzamenti coltivati prevalentemente a graminacee.
Leggi tutto...
 
Riserva Naturale Regionale "Lecceta di Torino di Sangro PDF Stampa E-mail
La Riserva Naturale Regionale "Lecceta di Torino di Sangro", istituita con L.R. n. 67 del 19.12.2001, si estende per 175 ettari e ricade quasi per intero all'interno del perimetro del Sito di Importanza Comunitaria n. 107 "Lecceta litoranea di Torino di Sangro e foce del fiume Sangro".
L'area, che costeggia la riva destra del fiume, annette la porzione meridionale della foce, fra le più belle e meglio conservate della regione, ed è sovrastata da un bosco misto in cui domina lussureggiante la macchia mediterranea.
Leggi tutto...
 
Riserva regionale Abetina di Rosello PDF Stampa E-mail

La Riserva naturale guidata Abetina di Rosello è una area naturale protetta dell'Abruzzo, istituita nel 1997 (LR 109 23/09/1997).
L'oasi gestita dal WWF è sita nei pressi del centro omonimo in provincia di Chieti.
La riserva si estende in uno spazio poco antropizzato dove scorre il Turcano. Ha una superficie di 211 ha, grazie all'ampliamento del 1997 nel territorio molisano dei primi 170 ha abruzzesi risalenti all'istituzione del 1992. L'altitudine media è di circa 1000 m ed è suddiviso, da un punto di vista amministrativo, tra i comuni di Rosello (provincia di Chieti in Abruzzo) e di Agnone (provincia di Isernia in Molise). Si trova pertanto suddiviso tra due regioni, ma prende il nome dal comune teatino perché fu il primo promotore fornendo il patrocinio alla riserva che originariamente si sviluppava solo entro i suoi confini.

Nelle vicinanze, sono interessanti da vedere le cascate del torrente Verde, nei pressi del comune di Borrello (CH).

Leggi tutto...
 
Riserva Naturale Regionale “Lago di Serranella” PDF Stampa E-mail
Area di grande valenza naturalistica, la Riserva di Serranella si estende su 300 ettari intorno al lago di Serranella, a cui occorre si sommano altri 200 della fascia di protezione esterna.
Nato nel 1981 come bacino artificiale per l’irrigazione, il lago di Serranella è diventato ben presto un ambiente umido di grande interesse e, dal 1990, è Riserva naturale.
L’area protetta si trova a monte di uno sbarramento lungo il basso corso del Sangro nel punto in cui questo raccoglie le acque dell’Aventino e di affluenti minori, il Gogna e il Pianello.
Leggi tutto...
 
Riserva Naturale Monte Genzana Alto Gizio PDF Stampa E-mail
Istituita con Legge Regionale n. 116 del 28 novembre 1996, la Riserva Naturale Monte Genzana Alto Gizio, ha un'estensione di 3164 ettari e ricade interamente nel territorio del Comune di Pettorano sul Gizio che, in collaborazione con l’Associazione Ambientalista Legambiente, ne rappresenta l’Ente Gestore. Essa riveste, nell'ambito del sistema delle aree protette regionali, un ruolo di notevole importanza in quanto, si pone come corridoio ecologico tra il Parco Nazionale d'Abruzzo ed il Parco Nazionale della Majella. Il suo territorio, compreso tra i 530 m s.l.m. del fiume Gizio ed i 2170 m s.l.m. del Monte Genzana, è costituito da ambienti naturali assai diversi che custodiscono un elevato patrimonio floristico e faunistico.
Leggi tutto...
 
La Camosciara PDF Stampa E-mail
Leggi tutto...La Riserva Integrale della Camosciara emerge e si distingue per il suo aspetto e per la struttura dolomitica e per il pregio di racchiudere in pochi ettari gli elementi principali della fauna e della flora del Parco Nazionale D'Abruzzo: luogo simbolico del Parco, affascinante e ricco in ogni stagione.
Dalla strada provinciale ci si incammina verso il punto di partenza dei sentieri nel silenzio “disturbato” solo dai suoni della natura, accompagnati dallo scorrere dello Scerto, piccolo rivo che confluisce nel primo corso del Sangro. Lungo la strada che porta al piazzale si possono ammirare i cerri, varietà di querce e gli aceri assieme alla vegetazione tipica che costeggia le rive dei fiumi. Se si è fortunati è possibile ammirare il maestoso volo dei rapaci che abitano le rocce più ripide del Parco, come la Poiana e l' Aquila Reale.
Leggi tutto...
 
Parco Naturalistico e Archeologico di Monte Pallano PDF Stampa E-mail
Leggi tutto...Per quanti si addentrano nella valle del Sangro, improvvisamente appare in lontananza una “strana” unione: la forza, imponente, della natura è sovrastata da un possente segno della tecnologia moderna.
È Monte Pallano: l’ultima, strategica montagna prima del mare, il primo, “leggendario” luogo che il visitatore dei nostri luoghi, dopo aver gustato la strabiliante tranquillità della vicina Tornareccio, deve visitare, la prima grande “civiltà” dalla quale deve lasciarsi affascinare e alla quale deve saper chiedere.
Leggi tutto...
 

Previsioni meteo

Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Facebook

 

loro regione abruzzo

Patto territoriale sangro aventino

Provincia di Chieti

Parco della Majella logo